Ossibuchi in umido con crostoni di polenta

Ossibuchi in umido con crostoni di polenta
Ossibuchi in umido con crostoni di polenta 5 1 Anonymous
Ossibuchi in umido con crostoni di polenta

Ossibuchi in umido con crostoni di polenta

Ingredienti
700 gr. di ossibuchi di manzo .
cipolla, sedano,carota
1 bicchiere di brodo
scorza di un limone
farina bianca
prezzemolo
sale,pepe
olio extravergine di oliva
1 bicchiere di vino bianco secco
Per la polenta:
1 lt. di acqua,
300 di farina di mais,
sale
Preparazione
Portare a ebollizione l’acqua in un paiolo di rame o in una casseruola preferibilmente d’acciaio a fondo spesso. Quando l’acqua sta per bollire salatela. Fate cadere a pioggia la farina mescolando vigorosamente con la frusta. Eseguite quest’operazione velocemente perché è a questo punto che si possono formare i grumi. Lasciate cuocere la polenta a fuoco medio, mescolando con un cucchiaio di legno. A fine cottura (35/40 minuti) alzate la fiamma e mescolate vigorosamente per 3-4 minuti. Togliete dal fuoco e scodellate la polenta su di uno stampo rettangolare.Fatela raffreddare,quando e’ fredda toglietela dallo stampo e tagliatela a fette da 2 cm circa.Nel frattempo scaldate una padella dove andrete a rosolare le fette di polenta.
Lavate e asciugate la carne, tagliate con le forbici in alcuni punti la pellicina nervosa esterna degli ossibuchi in modo che durante la cottura non si arriccino.
Passateli bene nella farina bianca da entrambe i lati.
Versate qualche cucchiai l’olio extravergine di oliva nella padella e fate un soffritto con della cipolla tritata. Lasciate appassire per un paio di minuti.
Unite gli ossibuchi infarinati e fateli colorire da entrambi i lati mantenendo la fiamma alta.
Sfumate con del vino bianco e successivamente aggiungete un bicchiere di brodo. Unite anche il sedano e la carota tritate. Coprite la padella e fate cuocere per una un’ora e mezza.
Togliete il coperchio, aggiungete la scorza di limone grattugiata e il prezzemolo tritato. Salate, pepate e fate andare ancora per 5 minuti.

 

Ricette correlate:

Lascia un tuo commento